Luogo dell'incontro con se stesso

Luogo dell'incontro con se stesso

L'incontro con se stesso è il presupposto per l'incontro con l’altro. La riflessione su noi stessi è la base per l'incontro cosciente con noi stessi e con l'altra gente.

Il luogo dell'incontro con se stesso è il primo dei due processi chiave del progetto "Foro luogo dell'incontro". I partecipanti si trovano seduti su un tappeto circolare di feltro del diametro di 1,5 m e riflettono ad alta voce sulle due domande:

"Che cosa faccio sulla terra?"

"Che cosa significa per me essere al mondo?"

L'incontro con se stesso si può svolgere ovunque - a casa, in ufficio, in biblioteca, sul marciapiede o in un parco. Le riflessioni dei partecipanti sono percepite da un collaboratore, che ascolta attentamente la persona che parla.

Presupposto che il partecipante sia d'accordo, l'incontro con se stesso può essere registrato, dopodiché entrerà a far parte del “Campo audio". Il contributo rimarrà anonimo.

Tutto il processo è accompagnato dai collaboratori del team, la durata è decisa però dal partecipante.

Il processo della riflessione su se stessi non è né un’intervista né un discorso con un'altra persona. Le risposte del partecipante non sono né giuste né errate.

Übersetzung aus dem Deutschen: Maya Brockhaus